Capitolo 33

foto capitolo 33

 

Non mi corre incontro.

Ora, non so come facciano gli alieni a esprimere entusiasmo, ammesso che conoscano il concetto, ma qui siamo ai limiti della freddezza.

Botolo si ferma quasi subito dopo la rampa e si volta verso l’astronave. Che gli abbiano fatto il lavaggio del cervello? Che l’abbiano convinto che la cosa migliore per lui sia rimanere con i suoi simili? Altri due passi verso di me, poi di nuovo fermo, si gira ancora verso il disco.

C’è qualcosa che non va. È come se gli avessero garantito la libertà ma lui non si fidasse.

Un grosso alieno con la pelle chiara compare all’ingresso del disco. Non riesco a capire se è lo stesso del jumbo jet e non è chiaro se sia uno di quei maledetti re, ma deve essere un tizio importante visto che alle sue spalle compare una scorta di ben 6 grigi armati di tutto punto. Anche loro avanzano lentamente lungo la rampa e il biancone porta un braccio davanti a sé, invitando Botolo ad allontanarsi.

Il piccolo si volta verso di me e finalmente cammina con un passo leggermente più deciso. Per rassicurarlo, mi inginocchio e tendo le braccia verso di lui. Non posso crederci, ha funzionato! Tutti quei cuccioli in cambio del mio piccolo Botolo! Gli occhi mi si riempiono di lacrime di gioia che non mi danno modo di notare il movimento alle spalle del mio alienino che si ferma a metà strada, mi guarda intensamente e poi china tristemente la testa da un lato, come se fosse dispiaciuto e rassegnato.

Solo allora mi accorgo che il presunto re sta puntando un polverizzatore contro Botolo, e lo usa, e Botolo si polverizza in miliardi di particelle davanti ai miei occhi, dopodiché tutti gli alieni presenti emettono un lunghissimo e acutissimo ululato, come se stessero esprimendo tutto il loro dolore, ma non riesco a sentirli perché anche io sto urlando tutto il mio terrore e la mia disperazione e il mio odio verso questa gente che non sa cosa sia la pietà, e sono sconvolta dalla scena a cui ho appena assistito: l’esecuzione di un essere buono e indifeso. Come veder uccidere a sangue freddo un bambino.

Qualunque cosa significhi, gli alieni concludono la loro messa in scena, risalgono sul disco e si allontanano, lasciando me piegata dal dolore in mezzo all’erba e Teo in lacrime, chinato su di me in un abbraccio impacciato e consolatorio.

Forse abbiamo sbagliato tutto, forse sarebbe stato meglio utilizzare i cuccioli come ostaggi e giocare le carte più sporche in nostro possesso, tipo minacciare di ucciderli uno a uno o organizzare delle esecuzioni di massa sulla pubblica piazza, tanto qui non stiamo avendo a che fare con esseri dotati di sentimenti, stiamo parlando con delle cazzo di bestie.

Cerco di calmarmi e di smettere di piangere. Non ci resta che ritornare verso la base a portare la cattiva notizia. O la buona, visto che i cuccioli sono stati presi, apparentemente sono in salvo e forse costituiscono il primo nucleo della quinta colonna. Ma non voglio che i miei singhiozzi siano monitorati fino alle cantine, potrei mettere in pericolo tutti gli altri. Per questo passiamo un paio d’ore nascosti in quello che resta di una tabaccheria, in attesa che la crisi isterica mi passi. Poi inizia a calare il tramonto, quindi decidiamo di tornare alla base seguendo il solito percorso al coperto.

 

Faceva cik cik cik con i piedi.

 

Annunci

2 thoughts on “Capitolo 33

  1. rabb72it ha detto:

    Ho cliccato mi piace… ma… passami un attimo un polverizzatore… stai ferma lì! 😛
    Cavolo, mi pareva troppo bello che filasse tutto liscio eh.
    😦

  2. ninettavostra ha detto:

    confesso di essermi sentita G.R.R. Martin per un momento. Brutta uguale, anche. Ma solo per un momento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: